STIMOLAZIONE VENOSA - PAMAMED

Vai ai contenuti

Menu principale:

STIMOLAZIONE VENOSA

ELETTROMEDICALI > ELETTROTERAPIA

MIO VEIN STIMOLAZIONE VENOSA

Mio Vein è il nuovo dispositivo a 2 canali in grado di stimolare la muscolatura del polpaccio e aiutare in questo modo la corretta circolazione venosa. Risulta particolarmente indicato in caso di malattie venose o in situazioni a rischio di insorgenza di disturbi venosi.
Mio-Vein rappresenta quindi un importante strumento di supporto domiciliare nel trattamento delle problematiche venose.
DOTAZIONE:
-Elettroterapia FES con display grafico
-2 cavi di connessione elettrodi a 2 derivazioni
-4 elettrodi pre-gellati
-Batteria interna ricaricabile Ni-Mh con nuova tecnologia LL (long-lasting) a bassa autoscarica
-Caricabatterie
-Clip di aggancio alla cintura
-Manuale d’uso
-Borsa per il trasporto
CARATTERISTICHE TECNICHE
Elettroterapia combinata a 2 canali indipendenti
Programma FES preimpostato
Intensità massima 60 mA
Larghezza d’impulso 30-240 μs
Display retroilluminato
Tastiera digitale con comandi semplici ed intuitivi
Istruzioni sul programma in corso e tempo rimanente fornite direttamente sul display
Funzionamento con batteria interna ricaricabile
Dispositivo medico certificato CE0476
STASI VENOSA: UNA MALATTIA SOCIALE
La stasi venosa consiste in un rallentamento della circolazione del sangue attraverso il sistema venoso dalla periferia verso il cuore.
La ragione si trova molto semplicemente nella postura eretta dell’uomo e nella forza di gravità che rendono più difficile il ritorno venoso. È solo il tono delle vene e la spinta che proviene dalla muscolatura del polpaccio a fare in modo che il flusso non si inverta e raggiunga quindi il cuore.
Quest’azione può essere paragonata a quella di una spugna che viene spremuta mentre si cammina e funziona quindi come una pompa, un propulsore che spinge in su il sangue.
La deambulazione, per effetto della pompa muscolare che “spreme” il sangue verso il cuore, favorisce il ritorno venoso. Questo accade in condizioni normali con vene sane, valide nelle loro pareti e nelle loro valvole.
Quando le pareti delle vene si sfiancano e le valvole non tengono più, il sangue rallenta e ristagna (stasi venosa) fino ad arrivare all’inversione della circolazione venosa.
In presenza di stasi venosa crampi notturni, dolori muscolari, pesantezza, stanchezza e parestesia degli arti inferiori sono i sintomi più comuni; tali sintomi peggiorano quando si mantiene la postura eretta o mentre si cammina, mentre diminuiscono con il riposo o tenendo le gambe elevate.
La terapia elastocompressiva rappresenta uno dei possibili trattamenti nella cura della stasi venosa. A fine giornata però, quando arriva il momento di togliere le calze elastiche o specifiche fasciature, possono comparire dolore, stress muscolare, formicolio come conseguenza della prolungata compressione degli arti. È in questo momento che può iniziare una utile terapia integrativa attraverso l’uso del Mio-Vein.
Mio-Vein attiva la contrazione dei muscoli del polpaccio che promuovono la compressione delle vene superficiali e profonde e quindi facilitano la spinta del sangue verso il cuore.


Torna ai contenuti | Torna al menu